< Modo naturale di curare da Candidosi Vaginale- CandidaCura.Com

 Un fastidio da eliminare la candidosi vaginale

Sempre più frequenti sono i casi in cui si verificano episodi di candidosi vaginale che sono situazioni abbastanza scomode, a volte imbarazzanti e che si ripercuotono sulla vita di coppia delle pazienti.

E quindi questo disturbo può essere eliminato sia con la medicina tradizionale che con una buona terapia non convenzionale, così come vengono chiamate queste nuove terapie. Per la candidosi vaginale è quindi indispensabile una attenta anamnesi della paziente in quanto le cause di molti disturbi relativi a questa parte importante del corpo possono essere rilevati solamente dopo accurate analisi dettagliate. Altrimenti si corre il rischio di non eseguire una diagnosi accurata, come invece è necessario in queste situazioni.

Per tentare di guarire la malattia dovuta alla Candida ci si serve normalmente di un’azione basata su un triplice piano, e in pratica si utilizzano diversi prodotti naturali e che originano dalle piante, tra cui lo stesso tanto odiato aglio, e poi altri elementi che derivano da piante tropicali, quali il cocco, alcune sostanze provenienti dalla ben nota almeno recentemente aloe vera, dalla stessa sconosciuta idraste o echinacea nonché la ben più nota liquirizia.

Dopo l’utilizzo di queste sostanze per la cura di questa malattia, il passo successivo dettato da quelle che sono delle le nuove indicazioni terapeutiche recenti, si sposta l’attenzione sulla stessa flora intestinale che va necessariamente ripristinata magari utilizzando dei particolari batteri che si sono dimostrati estremamente utili per questo particolare problema e che sono senza dubbio ottimamente vitali per questo scopo.

E questo serve proprio per generare delle nuove colonie di batteri che tra l’altro sono i veri gestori della Candida e spesso vengono abbattuti incontrollatamente quando si ricorre ai farmaci steroidi e ai ben più forti antibiotici.

E poi non bisogna trascurare la dieta per tenere sotto controllo questo problema della candidosi vaginale semplicemente perché bisogna contenere gli zuccheri e arricchirla degli altri carboidrati. Non è da trascurare la necessità in questa dieta di recupero dei derivati del latte, possibilmente quelli con parti biologicamente attive. Non vi viene in mente per caso lo yogurt?

Tali soluzioni sono spesso efficaci per eliminare la candidosi vaginale ma alle volte richiedono un lungo periodo prima che l’ospite indesiderato si riporti naturalmente ai suoi livelli normali.

Perché eliminare completamente l’alcol? Perché come lo stesso zucchero viene subito metabolizzato e trasformato in sostanze utili a far proliferare la Candida.

>>> Candidosi

Home  Contatti  Privacy  Disclaimer